LIBRI/BOOK – L’Alfabetiere Majakovskij . Rivoluzionario

LUCIA BALDINI, ARLO BIGAZZI, FLAVIO FERRI, CHIARA CAPPELLI
ALFABETIERE MAJAKOVSKIJ!

   

   

Fotografie d Lucia Baldini

Musica di Arlo Bigazzi e Flavio Ferri

Traduzione dal russo di Char Cappelli

Prefazione di Mirco Salvadori

72-page 8″ Book + CD, 

Edizione limitata 300 copies 

Silentes Records

Quello degli alfabetieri è un innamoramento che ho fin da bambina. L’idea che dei segni grafici, le singole lettere, potessero evocare un’immagine, lasciarla come traccia su cui basare la memoria, ma soprattutto far si che un segno potesse portare in sé un suono, una narrazione visiva creando un linguaggio parallelo, mi ha sempre affascinata.

L’alfabetiere come album fotografico ricco di visioni, di estraniamenti capace di farti stare e andare senza che nessuno ne possa avere il controllo. La possibilità di allargare l’immaginazione creando un senso di libertà e anche d’identità.

L’idea dell’alfabetiere, così amico in età prescolare mii si è riproposta alcuni anni fa e ho deciso di riprendere a praticarlo, ma questa volta in forma attiva e creativa. Un’idea nata come un gioco che mi sono proposto e che ho deciso di auto-produrre inventando una casa editrice “domestica”, fatta cioè di autoproduzioni di libri d’artista a bassa tiratura, numerati e firmati.

La caratteristica di queste produzioni editoriali è quella che ogni titolo si costruisce su un alfabeto che viene raccontato, in forma grafica attraverso la singola lettera ed ogni lettera porta con sé una parola o una breve frase che a sua volta, dialoga con un’immagine mai didascalica realizzata o in Polaroid oppure attraverso un’applicazione dello smartphone. Si crea così una narrazione che si muove su linguaggi paralleli in cui il dialogo è spesso evocativo.

 

Ad oggi gli alfabetieri usciti sono cinque:

1 – Alfabetiere visionario – lingua italiana, realizzato in 21 copie

2 – Alfabetiere salentino – dialetto salentino con traduzione in italiano, realizzato in 30 copie

3 – alfabetiere dell’economia – realizzato in 1 copia sotto forma di installazione

4 – Alfabetiere berlinese – lingua tedesca con traduzione in italiano, realizzato in 32 copie

5 – alfabetiere londinese ai tempi della Brexit – lingua inglese con traduzione in italiano, realizzato in 26 copie

 

Un paio di anni fa con Arlo Bigazzi ci siamo sentiti a proposito del suo progetto su Majakovskij che stava nascendo e mi è venuta l’idea di creare un nuovo Alfabetierre che agisse sull’alfabeto cirillico partendo da una singola poesia di Majakovskij  e costruirne così un omaggio al poeta russo. È stata un’ottima occasione per riprendere in mano i libri letti in gioventù con occhi nuovi. Ce ne erano molte di poesie che risuonava ma quella che ho sentita più vicina, più attuale, capace ancora di evocare desideri e visioni potenti è stata “Ascoltate!” e su quella ho iniziato a realizzare immagini con l’ausilio dello smatphone, che sento molto intrigante in relazione all’opera di Majakovskij. Una forma di sperimentazione fare fotografia con lo smartphone, non in forma convenzionale ma veloce, istantanea e poetica.

Ho chiesto poi a Chiara Cappelli di aiutarmi a identificare nella poesia “Ascoltate!” il completo alfabeto cirillico. I caratteri sono stati definiti e espressi ma non seguendo l’ordine dell’alfabeto stesso ma creando una diversa successione funzionale alla correlazione dei singoli caratteri con la lettura della poesia stessa. Il dialogo che si crea tra segno grafico dell’alfabeto cirillico, la parola o frase scritta in lingua originale e poi tradotta in italiano e la fotografia vuole proporre immaginari onirici mai didascalici.

la musica nasce destrutturando cinque brani provenienti dal doppio CD e dove, intervenendo liberamente sulle musiche di Arlo Bigazzi, Flavio Ferri ha rielaborato e costruito nuovi percorsi sonori inediti e inaspettati. Vista la sintonia nata durante il processo creativo, i due si sono spinti oltre realizzando L’Alba del 28 Febbraio Poeti Estinti. Come ha scritto Mirco Salvadori, che contribuisce al progetto con un’approfondita prolusione, «la musica che ne scaturisce è purezza che contamina e seduce allo stesso tempo. Passaggi musicali che transitano lungo le traiettorie del sogno si impregnano della sostanza che lo sorregge e si espandono all’infinito in un ascolto che si vorrebbe illimitato. Abbattono le barriere del già sentito e si immergono nella materia poetico-onirica usando miscele elettroacustiche di elevata efficacia, riuscendo a dar vita alle immagini e alle frasi che il nostro sguardo continua instancabile a scrutare».

Costo compreso spedizione per posta piego di libro raccomandata – 28€